Giornalista pubblicista, si è laureata in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano con una tesi sulle foibe (Foibe, la storia sepolta di una tragedia italiana), con la quale nel 2004 ha vinto il premio letterario Tanzella.

Consigliere di Facoltà a Scienze politiche all'Università Statale di Milano dal 1991 al 1992, dal 1985 al 1993 è stata Consigliere Comunale a Novate Milanese e Consigliere di zona a Milano.

Promotrice, nel 1994, di una petizione popolare per il sequestro dei beni ai politici corrotti e ai mafiosi, nello stesso anno ha costituito un comitato contro l’intolleranza e il razzismo.

Nel 1995 è stata eletta Consigliere Regionale nelle liste di A.N. Dal 1995 al 1998 è stata Presidente della Commissione Ambiente e dal 2000 al 2003 della Commissione Cultura, ruoli dai quali è stata destituita per aver cercato di far luce sulla questione bonifiche prima e su quella dei corsi di formazione professionale poi.

Per un reato di lesa maestà contro la famiglia La Russa ed essersi rifiutata di firmare una lettera di scuse fasulla e da loro imposta è stata espulsa da AN.

In Consiglio Regionale è stata componente di tutte le Commissioni e vanta il 99,29% di presenze. Ha presentato oltre 300 interrogazioni, 90 Progetti di Legge e più di 100 fra ordini del giorno, mozioni e risoluzioni.

Famose e ampiamente documentate sono le sue denunce contro gli assessori regionali Nicoli Cristiani, Guido Bombarda e Piergianni Prosperini  tutti arrestati perchè coinvolti in episodi di corruzione.

Ora non è più in Consiglio Regionale, evidentemente non solo l’onestà non paga, ma in politica è una colpa non perdonabile. 

Attualmente non è iscritta ad alcun partito politico.